Come sostenerci


DONAZIONI

La  donazione, piccola o grande che sia, ci consente di continuare a svolgere le nostre attività a sostegno delle famiglie e delle persone affette dalla sindrome x fragile. Si può effettuare una libera offerta utilizzando il conto corrente sotto indicato.

I contributi saranno utilizzati per finanziare le nostre diverse attività ed  informeremo il donatore (qualora richiesto )circa l’utilizzo specifico della sua donazione.

 

Associazione del Lazio sindrome X fragile Onlus 

Conto Corrente Bancario per donazioni

c/c bancario Unicredit S.p.A  - IBAN:    IT 59 G 02008 05314 000101763679

BIC:  UNCRITM1B41

                                                                                             

IMPORTANTE :specificando nella causale "erogazione liberale " ed  il nome e cognome nonché il codice fiscale di chi effettua la donazione

  

DEDUCIBILITÀ' 

La Associazione del Lazio sindrome x fragile è un ente non profit, Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale, cioè una Onlus.

Questo acronimo sta ad indicare che il suo scopo primario è la solidarietà sociale, rivolta a soggetti svantaggiati, senza la ricerca di alcun vantaggio economico.

E' per questo che sostenere le sue attività comporta delle agevolazioni fiscali.Tutte le donazione eseguite in favore della Associazione,  sono considerate erogazioni liberali e comportano il diritto di usufruire delle agevolazioni fiscali.Le agevolazioni fiscali possono essere rese sotto forma di detrazioni d'imposta oppure come deduzioni dal reddito imponibile. Nello specifico parliamo di oneri detraibili che incidono (in percentuale) direttamente sull'imposta lorda, riducendo di fatto l’imposta dovuta dal contribuente e gli oneri deducibili che sono le spese che possono essere portate in diminuzione dal reddito complessivo rilevante ai fini Irpef, prima del calcolo dell’imposta.
Poi ci sono altre agevolazioni fiscali, quelle riservate alle imprese che effettuano erogazioni liberali che consentono loro di ridurre il reddito imponibile IRES.

 

PER OTTENERE LA DEDUCIBILITÀ

I contributi devono essere versati attraverso il sistema bancario o postale, anche utilizzando il pagamento on line con carta di credito, allegando alla propria dichiarazione dei redditi il documento idoneo attestante il versamento effettuato (es. contabile bancaria, estratto conto, ecc)

Segnaliamo che in ottemperanza del D. M. del 30/01/2017,è' necessario per la Onlus che l'elargitore  nel predisporre il versamento inserisca oltre alla causale “erogazione liberale”  il proprio nome ,cognome e codice fiscale .

Le donazioni incomplete dei dati richiesti dovranno essere stornate in applicazione della  norma 

Non è  ammessa deducibilità per i contributi versati in contanti. 

 

Erogazioni liberali deducibili e detraibili nella dichiarazione dei redditi 2019 anno d’imposta 2018.
Per le erogazioni sostenute dal 1° gennaio 2018 la normativa è la seguente:

·        - donazioni in denaro e in natura detraibili al 30% fino ad un massimo di € 30.000 per ciascun periodo di imposta (art. 83, comma 1 del D.lgs. 3 luglio 2017, n. 117);

·        - in alternativa, le donazioni in denaro o in natura sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, comma 2 del D.lgs. 3 luglio 2017, n. 117).

Entrambi i regimi, deduzioni e detrazioni, non sono cumulabili tra di loro né con altre analoghe agevolazioni fiscali, previste per le medesime erogazioni liberali.

Per beneficiare di una delle suddette agevolazioni fiscali è indispensabile conservare una certificazione che attesti l’ufficialità di tali donazioni, ovvero copia del bonifico o le copie degli estratti conto bancari o della carta di credito. Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro. Le donazioni in contanti non rientrano in alcuna agevolazione.

 

Agevolazioni fiscali per aziende e enti 

·        - donazioni in denaro e natura deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, comma 2 del D.lgs. 3 luglio 2017, n. 117 - ,è stato rimosso il limite dei 70.000 euro imposto dalla normativa precedente);se la deduzione supera il reddito complessivo netto dichiarato, l’eccedenza può essere dedotta fino al quarto periodo d’imposta successivo.

- donazioni in denaro e natura deducibili  dal reddito le donazioni in denaro per un importo non superiore a 30.000 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2, lettera h del D.P.R. 917/86);

Anche in questo caso il regime di favore descritto non è cumulabile con altre analoghe agevolazioni fiscali, previste per le medesime erogazioni liberali.

Sono inoltre deducibili dal reddito imponibile Ires le “spese relative all'impiego di lavoratori dipendenti, assunti a tempo indeterminato, utilizzati per prestazioni di servizi erogate a favore di Onlus nel limite del cinque per mille dell’ammontare complessivo delle spese per prestazioni di lavoro dipendente (cioè del costo del lavoro), così come risultano dalla dichiarazione dei redditi”.

Per beneficiare di una delle suddette agevolazioni fiscali è indispensabile conservare una certificazione che attesti l’ufficialità di tali donazioni, ovvero copia del bonifico o le copie degli estratti conto bancari o della carta di credito

Le donazioni in contanti non rientrano in alcuna agevolazione

 

Per ulteriori informazioni sulla deducibilità fiscale, chiedere al proprio consulente di fiducia o presso i CAF